Dalle province Archivi - Agrimpresaonline Webzine

Albicocche belle e buone, ma non si trovano raccoglitori

raccolta albicocche

Alessandra Giovannini

IMOLA – Luci ed ombre per le albicocche 2022. “Io sono contentissimo – dice Danilo Zelani che segue 6 ettari, di cui 3 delle precoci, del frutto estivo nella pianura a Casola Canina, frazione di Imola. Ho cominciato a raccogliere a fine maggio e, con qualche breve intervallo, andrò avanti fino a metà agosto. È un frutto perfetto, bello e buono. Mi sono salvato dal gelo grazie ai ventoloni antibrina, peccato che non possiamo utilizzare tutto il gasolio che ci serve. Anche il prezzo è buono ma non riusciamo a raccogliere il prodotto. Non abbiamo braccia, operai, manodopera che ci aiuti nei campi. Né straniera, né italiana e questo, per colpa del reddito di cittadinanza, troppi soldi per stare a casa e, in tanti, preferiscono il settore dell’edilizia che quest’anno attrae in modo particolare chi ha bisogno di lavorare. Insomma, la nostra frutta resterà negli alberi perche non possiamo raccoglierla. Un’assurdità”.

È molto arrabbiato anche Dario Bertuzzi. Contento, sì, della qualità e della quantità delle albicocche che arrivano dal suo ettaro di terreno che coltiva nella collina imolese, sui Tre Monti, peccato che anche lui ha problemi di manodopera, e non solo. “Sono molto preoccupato – aggiunge Bertuzzi -, vedo un futuro veramente poco bello. Ho frutta negli alberi, ma mancano le braccia, i prezzi non sono congrui e non comprono i costi di produzione che sono altissimi, le spese fisse sono triplicate. Non si può lavorare così. Ho 32 anni e, a questa età, sicuramente speravo di lavorare meglio e con più serenità”.

A questi problemi, Alessia Camaggi, che a Fabbrica, frazione di Imola, segue circa un ettaro di albicocche, ci aggiunge anche una forte perdita di produzione. “Danni importanti. Ho solo il 30% di prodotto – dice amareggiata Camaggi -. Sono una di quegli agricoltori che ha preso le gelate di fine marzo, inizio aprile. Pochi giorni, ma mi hanno rovinato”.

“Ci aspettano grandi sfide, saremo al fianco degli agricoltori”

Paola-Rinaldini

Luca Soliani

Reggio Emilia – È Paola Rinaldini la nuova presidente del Consorzio Fitosanitario provinciale di Reggio Emilia. Imprenditrice agricola, titolare dell’azienda vitivinicola ‘Il Moro’ associata Cia Reggio Emilia, Rinaldini collabora da anni con il ‘Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali’ per la tutela del Lambrusco del nostro territorio. E ora è pronta a questa nuova avventura professionale.

Continua a leggere

La campagna dell’asparago inizia in salita

asparago

Erika Angelini

OSTELLATO (Fe) – Sono circa cinquanta i “giorni dell’asparago” in pieno campo: nella prima metà di aprile si inizia con le varietà precoci ed entro i primi dieci giorni di giugno bisogna indicativamente ultimare la raccolta per consentire all’asparagiaia di rigenerarsi e di ritornare in produzione l’anno successivo.

Continua a leggere

Il tunnel è una garanzia per produrre meloni e angurie

Luca Soliani

Correggio (Reggio Emilia) – Il 2020 era stato in tutta Italia un anno terribile per le vendite causa pandemia. Il 2021 è stato un anno di recupero. E ora ci sono tutte le premesse per ottimi numeri. Stiamo parlando di angurie e meloni, la cui stagionalità nel cuore dell’estate si è allungata anche grazie alle nuove tecniche di produzione. 

Abbiamo approfondito il tema con Mauro Torelli, imprenditore agricolo del distretto di Correggio che coltiva circa 13 ettari a meloni e angurie, di cui una parte consistente ‘Anguria Reggiana Igp’.

Continua a leggere

La fragola riprende quota al nord: + 11% in Emilia Romagna

Erika Angelini

FERRARA – I dati recentemente diffusi da Cso Italy di Ferrara sulla produzione e il consumo di fragola segnano un trend che non si vedeva da alcuni anni e denota un sempre maggiore interesse per la coltura e le sue potenzialità di mercato. In Italia gli ettari investiti sono oltre 4mila, il 4% in più a livello nazionale che si concentrano prevalentemente al Sud con 2mila e seicento ettari, soprattutto in Basilicata e Campania, con quasi mille al Nord, mentre nelle regioni del Centro si collocano oltre 500 ettari.

Continua a leggere

A Fieragricola di Verona premiata l’azienda Carlini

Valeria Villani premiata

VERONA – “Sostenibilità ambientale, innovazione tecnologica e conduzione giovanile”: la miglior impresa italiana è la reggiana Carlini che si è aggiudicata la medaglia d’oro del Premio nazionale ‘L’agricoltura è giovane’ a Fieragricola di Verona, evento di portata internazionale per il settore.

La cerimonia si è tenuta nella Sala Salieri al PalaExpo.

Continua a leggere

Protezioni antibrina difficoltose a causa di burocrazia e caro gasolio

antibrina

Erika Angelini

IMOLA – Anche l’azienda frutticola di Denis Galeotti, giovane imprenditore imolese, non ha avuto scampo: negli ultimi due anni la maggior parte della produzione di albicocche, pesche e susine è stata spazzata via dalle gelate primaverili. Per limitare questa calamità climatica ha deciso di aderire al bando regionale per ottenere il contributo dedicato all’installazione dei dispositivi antibrina e cercare di proteggere il suo frutteto, 17 ettari quasi interamente investiti a drupacee e vite. Ma, come spesso accade, tra la decisione di fare tutte le pratiche per accedere al sostegno e l’installazione effettiva dei dispositivi c’è in mezzo un mare di ostacoli burocratici ed economici.

Continua a leggere

Cinquant’anni in due: giovani coniugi, allevatori, alle prese con selvatici che devastano i medicai

giovani imprenditori

CASTEL D’AIANO – Giulia Gardellini e Simone Albertazzi hanno poco più di cinquant’anni in due e, oltre ad essere compagni nella vita (sono coniugati da poco), hanno una moderna stalla a Castel D’Aiano, nell’Appennino bolognese.

Una scelta di vita fatta di sacrifici, e di investimenti importanti, in un settore che li gratifica, ma ricco di insidie e, soprattutto, di tempi lunghi per rientrare dei costi sostenuti necessari per dar vita ad un allevamento con una settantina di capi.

Continua a leggere

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat