Acqua e umidità ‘sbiadiscono’ il comparto cerasicolo

dossier alluvione

Claudio Ferri

VIGNOLA (Modena) – È veramente difficile fare una stima dei danni in condizioni meteo che ancora non si sono ristabilite al momento della chiusura del giornale. Un dato esatto non è disponibile, ma l’unica certezza è che i danni saranno gravissimi in tante imprese cerasicole, specialmente quelle non dotate di protezione antipioggia. Queste aziende – commenta Andrea Bernardi, presidente del Consorzio della Ciliegia Igp e della Susina tipica di Vignola – dovranno valutare se raccogliere il poco prodotto rimasto ‘integro’ perché piogge e soprattutto l’elevata umidità hanno creato fenomeni di cracking alle drupe.

Ad oggi vengono riposte un po’ di speranze nelle varietà medio-tardive e tardive. Le aziende protette dalle coperture hanno più possibilità di raccogliere il prodotto, ma non saranno esenti da problemi”.

È quindi impossibile fare previsioni attendibili, in quanto a volumi, per gli eventi climatici ancora in corso. “Il prodotto che sarà possibile raccogliere avrà certamente i requisiti di elevata qualità che caratterizzano sui mercati il prodotto Vignola Igp – prosegue Bernardi – mentre sul versante della ricerca, il campo sperimentale gestito dal Consorzio della Ciliegia e Susina tipica di Vignola, sia per ciò che riguarda le nuove varietà, sia per ciò che riguarda le coperture e la difesa dagli insetti, è costantemente attivo per monitorare i risultati per diffondere tra i produttori le nozioni tecniche acquisite”. 

Il campo, di proprietà del Comune di Vignola, e al quale collaborano il Consorzio fitosanitario di Modena, l’Università di Bologna e gestito dal Consorzio stesso dal direttore Walter Monari, rappresenta una delle strutture più avanzate in Italia e in Europa per ciò che riguarda il ciliegio dolce. “La Regione Emilia Romagna ha riconosciuto il valore tecnico scientifico del nostro campo – precisa ancora Bernardi – accordando un finanziamento triennale per incrementare l’attività di ricerca che sta già dando risultati molto positivi. Di questi risultati beneficeranno a breve i cerasicoltori del nostro comprensorio”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat