Al via il primo bando agromeccanici per acquistare macchine di precisione

spandimento

BOLOGNA – Via libera al primo bando agromeccanici 2022 dell’Emilia Romagna.
Per partecipare al bando, che stanzia un contributo di 1 milione di euro per l’acquisto di macchine/attrezzature per agricoltura di precisione finalizzate alla riduzione delle emissioni in atmosfera, occorre essere iscritti all’Albo delle imprese agromeccaniche.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato al 20 giugno.

L’intervento sostiene, inoltre, lo sviluppo, l’adeguamento e la modernizzazione delle imprese agromeccaniche favorendo l’acquisto di beni di produzione, sempre più performanti e tecnologicamente evoluti.

L’intensità dell’aiuto, calcolata sul totale della spesa ammissibile, è fissata al 40% della spesa ed è cumulabile con eventuali crediti d’imposta fino al raggiungimento del 100% del valore dell’investimento. Quest’ultimo, non potrà essere inferiore a 10.000 euro al netto dell’Iva e superiore a 200.000 euro.

Possono essere presentati progetti con importo massimo superiore a quello previsto, il contributo sarà comunque calcolato solo sull’importo dell’investimento massimo fissato nel bando.

Nella stesura della graduatoria sarà data priorità a spandiliquami anche trainati, dotati di assolcatori o dischi oppure erpici per l’applicazione di effluenti con incorporazione simultanea e immediata nel terreno, provvisti di dispositivi di interramento a solchi chiusi e aperti.

Seguono per priorità le macchine di precisione per la gestione e la distribuzione di antiparassitari, per la gestione e la distribuzione dei fertilizzanti chimici provvisti di dispositivi di interramento (incluse macchine combinate) e per il diserbo.

Le domande saranno ordinate in ordine decrescente sulla base delle superfici soggette a spandimento (dichiarate in Uma) e alle superfici in ZvnN (Zone vulnerabili ai nitrati).

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat