Alluvione un anno dopo

stefano francia

Stefano Francia, presidente Cia Emilia Romagna

Alluvione un anno dopo, c’è ancora molto da fare. Difficile sintetizzare le problematiche – tante –  che ruotano attorno al complesso meccanismo dei risarcimenti a cittadini e imprese, la multiforme macchina burocratica ha fagocitato tutte le buone intenzioni. Ne esce un quadro ancora incerto che tiene in sospeso, nel nostro caso, le imprese agricole, con evidenti difficoltà produttive e incertezza sugli investimenti futuri. Un affanno continuo che non giova alle tasche e allo spirito imprenditoriale. Tutto quello che potevamo fare come Organizzazione crediamo di averlo svolto con puntualità, sia sul piano tecnico, mettendo peraltro a dura prova la struttura, sia riguardo alle pressioni politiche. Aspettiamo in tempi brevi delle risposte.

Di seguito, per sottolineare nuovamente la gravità dei danni riportiamo i dati ufficiali redatti dalla Regione Emilia Romagna: l’unica certezza, per il momento.

Continua a leggere

Macfrut termometro del settore

stefano francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Quando riceverete Agrimpresa presso la vostra abitazione, l’appuntamento fieristico di Macfrut sarà terminato. L’articolato mondo dell’ortofrutta si confronta, nelle tre giornate riminesi, su diverse tematiche con un denominatore comune: ridare valore e sostenibilità alla filiera, a partite dall’anello più debole, ovvero i produttori, alle prese con clima avverso, patologie e costi di produzione alle stelle.
La presenza della Cia al salone internazionale dell’ortofrutta non ha una connotazione unicamente istituzionale, ma intende portare un contributo significativo anche con incontri e tavole rotonde con esperti che affrontano tematiche tecniche e politiche specifiche per un settore che genera complessivamente, in Emilia Romagna, una Produzione lorda vendibile di circa 1,2 miliardi di euro con una superficie coltivata di 56.691 ettari. 

Continua a leggere

Un voto europeo per l’agricoltura

stefano francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Il voto delle europee è alle porte e le successive politiche portate avanti da Bruxelles daranno un’impronta decisa sul futuro di cittadini e dei settori produttivi, non per ultimo quello agricolo che ha un peso determinante in termini economici e soprattutto è strategico perché assicura cibo agli europei, e non solo. 

Per questo Cia ha presentato il 21 marzo scorso a Bruxelles un manifesto per le elezioni europee 2024 in cui sono riassunte le priorità che indicano la Confederazione affinché, se accolte e condivise dal Parlamento Ue, siano in grado di dare fiducia alle imprese agricole nazionali ed emiliano romagnole.

Continua a leggere

Agricoltore custode dell’ambiente? Sì

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Pochi giorni prima di andare in stampa è stato approvato alla Camera dei deputati il decreto Milleproroghe che ha in sé alcune importanti novità. In una breve elencazione si dà gambe all’esonero dell’Irpef, alla proroga del termine per la revisione delle macchine agricole immatricolate prima del 1984, provvedimento che è stato rinviato però, a fine 2024. Sempre in tema di mezzi agricoli, scatta un’altra proroga per l’assicurazione Rca per macchine che non circolano su strade di uso pubblico. 

Continua a leggere

Produrre nel rispetto dell’ambiente

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Tra i principali obiettivi della nuova Politica agricola comunitaria, come ormai è noto, c’è un’attenzione particolare all’ambiente, con ’suggerimenti’ ad utilizzare terreni non solo per la produzione di derrate alimentari, ma un impiego per assicurare un ambiente ed un paesaggio gradevole e contenitore di biodiversità. 

Continua a leggere

Un segnale forte

Stefano Francia

È stato un segnale forte, quello lanciato a Roma nel corso dell’Assemblea annuale della Confederazione. L’annata è stata critica: da dimenticare, si è soliti dire, ma dovremmo archiviare troppe stagioni negative, lasciando un vuoto di memoria troppo lungo. 

Un evento che ha coinvolto le maggiori istituzioni e che ha rappresentato un momento di confronto e di richieste che sintetizzo e che sono declinate nelle pagine di questo primo numero di Agrimpresa del 2024. 

Innanzitutto un tema più volte richiamato, ovvero quello dell’equa distribuzione del valore aggiunto lungo la filiera agroalimentare. Un argomento che necessita di essere disciplinato da una legge quadro che tuteli la parte agricola, con il riconoscimento di costi di produzione certificati e di prezzi all’origine stabili e dignitosi. Va data quindi trasparenza al processo di formazione del prezzo per garantire una leale concorrenza lungo tutta la filiera produttiva.

Continua a leggere

Tagliati i contributi per polizze agricole

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Il recente Decreto Ministeriale del Dicastero agricolo, che abbassa la percentuale del contributo per la stipula delle polizze agevolate, porterà le aziende agricole a non assicurarsi perché semplicemente non potranno più permettersi di sostenere i costi. La pubblicazione della norma di fatto porta l’aliquota agevolata per le assicurazioni agricole dal 70% al 40%.

Continua a leggere

Agricoltori nella capitale per salvare il Primario

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

La risposta dei produttori alla mobilitazione indetta dalla Cia il 26 ottobre scorso è stata numerosa e, devo dire, generosa: una ‘rima’ che non stona e che riflette lo stato d’animo di migliaia di produttori giunti a Roma per rivendicare la centralità dell’impresa agricola, nonché la tutela dei redditi.

Continua a leggere

Il biocontrollo diventi priorità per l’Ue

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Un canale preferenziale per i prodotti di biocontrollo che ne acceleri l’autorizzazione alla vendita, permettendo alle aziende agricole di usufruire nei campi di alternative, naturali e valide, alla chimica di sintesi. Lo chiediamo all’Europa, un messaggio che è uscito forte e chiaro nel corso del convegno organizzato al Sana di Bologna da Anabio-Cia e dall’Associazione Italiana per la Protezione delle Piante (Ibma), in cui è stato fatto il punto sul progetto congiunto, iniziato nel 2019, ed esempio unico in Europa di sperimentazione tecnico-pratica tra aziende produttrici di presidi di biocontrollo e agricoltori.

Continua a leggere

Annata agraria e alluvione: due grandi incertezze

Stefano Francia

Stefano Francia, Presidente Cia Emilia Romagna

Generalizzare su argomenti di natura tecnico – agricola non è mai corretto, ma con l’autunno alle porte e gli indicatori ora disponibili sull’annata è verosimile affermare che il quadro produttivo in corso è molto deludente. I fattori sono molteplici, lo abbiamo più volte rimarcato, e il dramma dell’alluvione è solo una parte delle cause che hanno determinato il crollo produttivo del comparto ortofrutticolo.

Continua a leggere

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat