Imola Archivi - Agrimpresaonline Webzine

Gessi patrimonio Unesco: bene, ma no a nuove restrizioni

Erika Angelini

IMOLA – I “Gessi” o meglio i siti emiliano – romagnoli dove è presente il fenomeno del “Carsismo degli evaporiti” e le Grotte dell’Appennino Settentrionale sono entrati nella lista dei beni naturali del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Un riconoscimento certamente positivo dal punto di vista della fruizione turistica, ma che ha generato alcune perplessità tra gli agricoltori che si trovano a coltivare nei territori tra le province di Reggio Emilia, Bologna, Rimini e Ravenna.

Continua a leggere

Frane, nella Vallata del Santerno situazione ancora di stallo

Erika Angelini

IMOLA – Nei primi giorni di agosto ha girato un video, poi diventato virale a livello nazionale, nel quale un gruppo di agricoltori e abitanti chiedevano la riapertura della SP33 Casolana, un’arteria essenziale per i collegamenti nella zona di Fontanelice e la Valle del Santerno. Ora Stefano Colli, che conduce insieme alla sua famiglia l’Agriturismo “La Taverna” proprio a Fontanelice, sta raccogliendo i primi frutti di quella mobilitazione collettiva – cittadini e aziende hanno anche fondato il comitato “SP33 Fontanelice” – perché a metà settembre sono iniziati i lavori per la riapertura della strada. 

Continua a leggere

Telemedicina, l’esperienza dell’Ausl di Imola

Andrea-Rossi-Ausl-Imola

Alessandra Giovannini

IMOLA – C’è un progetto nazionale sulla telemedicina che, attraverso i fondi Pnrr, ha lo scopo di realizzare una piattaforma unica nazionale. L’obiettivo è quello di garantire omogeneità a livello nazionale nell’attivazione e nello sviluppo dei servizi di sanità digitale, assicurando entro il 2026 il loro pieno sviluppo. L’Azienda Usl di Imola è ovviamente coinvolta in questo processo. “E ci sono due grandi capitoli – specifica Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl di Imola -, quello della Telemedicina come occasione di contatto tra professionisti e tra professionisti e paziente e quello del Telemonitoraggio che permette al personale sanitario, attraverso strumenti tecnologici, di monitorare i parametri, l’andamento terapeutico e lo stato di salute dei pazienti”. 

Continua a leggere

Da frutta a seminativi, così si continua a fare l’agricoltore

dossier anp

Erika Angelini

MORDANO, IMOLA (Bologna) – Lavorare da pensionati a poco più di 70 anni è possibile ma è meglio cambiare indirizzo colturale per diminuire il carico di lavoro. Questa la strategia di Giordano Martini, 73 anni, agricoltore pensionato di Mordano, una bella cittadina imolese con una forte vocazione frutticola, tra peschi, albicocchi e vigneti.

Continua a leggere

Risarcimenti per i danni da alluvione: situazione in stallo

dossier alluvione

IMOLA – A oltre tre mesi dai fenomeni alluvionali che hanno colpito il bolognese e la Romagna, Cia-Agricoltori Italiani Imola ha fatto il punto sui danni in base alle 230 segnalazioni di allagamenti, frane e smottamenti delle aziende agricole associate. Si tratta di una stima, perché è complesso quantificare i danni “indiretti” provocati, ad esempio, dall’interruzione di strade e ciclovie che hanno limitato il turismo enogastronomico.

Continua a leggere

La Vallata del Santerno è stata colpita duramente

dossier alluvione

Erika Angelini

IMOLA – Decine di aziende isolate, danni a colture, mezzi, abitazioni rurali incalcolabili in tutto il comprensorio imolese, dalla pianura alla collina, e quel poco che si era salvato dopo la prima ondata di maltempo all’inizio di maggio è stato definitivamente compromesso a metà mese, nel corso dell’alluvione catastrofica che ha colpito anche la Romagna e il bolognese.

Continua a leggere

Dopo il blocco della prima domanda Enrico Alpi ‘passa’ al secondo turno

giovani e psr

Erika Angelini

CASTEL DEL RIO – Per rendere più innovativa e funzionale la sua azienda a Castel del Rio dove produce il Marrone Igp e seminativi, Enrico Alpi ha scelto di aderire ai bandi del Psr. La prima domanda di contributo risale al 2019 ma, per un cavillo, non è andata a buon fine e il finanziamento è arrivato da poco, a due anni dalla presentazione della seconda domanda.

Continua a leggere

Albicocche belle e buone, ma non si trovano raccoglitori

raccolta albicocche

Alessandra Giovannini

IMOLA – Luci ed ombre per le albicocche 2022. “Io sono contentissimo – dice Danilo Zelani che segue 6 ettari, di cui 3 delle precoci, del frutto estivo nella pianura a Casola Canina, frazione di Imola. Ho cominciato a raccogliere a fine maggio e, con qualche breve intervallo, andrò avanti fino a metà agosto. È un frutto perfetto, bello e buono. Mi sono salvato dal gelo grazie ai ventoloni antibrina, peccato che non possiamo utilizzare tutto il gasolio che ci serve. Anche il prezzo è buono ma non riusciamo a raccogliere il prodotto. Non abbiamo braccia, operai, manodopera che ci aiuti nei campi. Né straniera, né italiana e questo, per colpa del reddito di cittadinanza, troppi soldi per stare a casa e, in tanti, preferiscono il settore dell’edilizia che quest’anno attrae in modo particolare chi ha bisogno di lavorare. Insomma, la nostra frutta resterà negli alberi perche non possiamo raccoglierla. Un’assurdità”.

È molto arrabbiato anche Dario Bertuzzi. Contento, sì, della qualità e della quantità delle albicocche che arrivano dal suo ettaro di terreno che coltiva nella collina imolese, sui Tre Monti, peccato che anche lui ha problemi di manodopera, e non solo. “Sono molto preoccupato – aggiunge Bertuzzi -, vedo un futuro veramente poco bello. Ho frutta negli alberi, ma mancano le braccia, i prezzi non sono congrui e non comprono i costi di produzione che sono altissimi, le spese fisse sono triplicate. Non si può lavorare così. Ho 32 anni e, a questa età, sicuramente speravo di lavorare meglio e con più serenità”.

A questi problemi, Alessia Camaggi, che a Fabbrica, frazione di Imola, segue circa un ettaro di albicocche, ci aggiunge anche una forte perdita di produzione. “Danni importanti. Ho solo il 30% di prodotto – dice amareggiata Camaggi -. Sono una di quegli agricoltori che ha preso le gelate di fine marzo, inizio aprile. Pochi giorni, ma mi hanno rovinato”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat