Due bandi per 120 milioni a supporto delle imprese - Agrimpresaonline Webzine

Due bandi per 120 milioni a supporto delle imprese

bandi per l'ambiente

BOLOGNA – Due bandi approvati dalla Giunta dell’Emilia Romagna stanziano incentivi per quasi 120 milioni di euro a favore delle imprese e filiere agricole e agroindustriali emiliano-romagnole.
Il finanziamento fa parte delle risorse complessive del Programma di sviluppo rurale 2021-2022 (Psr), che vale 408 milioni di euro, a sua volta tutti stanziati per il comparto entro l’estate 2022.

Da inizio anno, con questi bandi, ammontano a quasi 185 milioni le risorse complessive del Psr messe a disposizione.

Le risorse sono destinate a costruzione o ristrutturazione di immobili produttivi, sistemi di sicurezza, macchinari e attrezzature, impianti di lavorazione dei prodotti, acquisizione e sviluppo di programmi informatici.

Destinatari dei contributi sono le aziende o associazioni e cooperative di imprese del lattiero-caseario, carni bovine e suine, avicoli-uova e conigli, ortofrutta, vitivinicolo, sementi, foraggi, ovicaprini, api-miele, olio, aceto e vivaismo.

Il primo bando, per il tipo di operazione 4.1.01 “Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema” con un finanziamento di 58,5 milioni euro, è rivolto alle imprese agricole. Sostiene progetti di sviluppo delle produzioni, a partire dai sistemi di agricoltura di precisione, meccanizzazione, riduzione dell’impatto ambientale e sostenibilità energetica, risparmi idrici, ecosostenibilità in allevamenti e coltivazioni.
Previsti anche lavori su impianti di irrigazione, creazione di invasi aziendali, interventi per il benessere animale e biosicurezza.
I contributi sosterranno gli investimenti delle imprese al 45% della spesa ammissibile, se condotte da giovani agricoltori o in zone svantaggiate, e al 35% negli altri casi. La spesa minima ammissibile è 10 mila euro nelle zone con vincoli naturali o svantaggiate e 20 mila nel resto della regione.

Tra i fattori di priorità:

  • le aziende in zone svantaggiate o montane
  • i giovani agricoltori
  • gli investimenti dedicati a produzioni integrate, al settore biologico o a prodotti a qualità regolamentata
  • i piani di impresa tendenti al consumo zero di suolo.

Premiata anche la valenza ambientale e la prevenzione di danni da eventi calamitosi o avversità atmosferiche: reti antigrandine, reti antinsetto, ventilatori/bruciatori antigelate.


Le domande possono essere presentate fino alle ore 13 del 23 giugno 2022 sulla piattaforma on-line di Agrea.

Il secondo bando per il tipo di operazione 4.2.01 – Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali in approccio individuale e di sistema, con risorse per oltre 59,2 milioni di euro, è rivolto alle imprese agroindustriali di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.
Saranno finanziati progetti per tecnologie innovative che favoriscano nuove opportunità di mercato; interventi di tutela ambientale e sicurezza sul lavoro; per raggiungere una maggiore efficienza energetica e sicurezza alimentare. L’intensità dell’aiuto è fissata al 35% calcolato sul totale della spesa ammissibile.
Gli investimenti dovranno avere una dimensione finanziaria minima 100 mila euro e massima 2,8 milioni. Per il settore vitivinicolo l’importo minimo della spesa ammissibile è di 800 mila euro.
Per gli investimenti in regime de minimis la spesa massima ammessa è 300 mila euro.

Tra le priorità premiate:

  • maggiori garanzie oggettive di positiva ricaduta dei benefici dell’investimento sui produttori agricoli
  • le garanzie ambientali
  • le certificazioni Dop, Igp e Stg delle produzioni
  • i vantaggi occupazionali nell’azienda
  • l’innovazione tecnologica.

Le domande di contributo possono essere presentate fino alle ore 13 del 1° luglio 2022 sulla piattaforma on-line di Agrea.

È aperto, sul Sistema Informativo Agrea (Siag), lo specifico modulo per la presentazione delle domande di sostegno per i bandi: https://bit.ly/moduli-online

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat