Infortuni: dal 1 luglio denunce solo in via telematica - Agrimpresaonline Webzine

Infortuni: dal 1 luglio denunce solo in via telematica

02/07/2013

Corrado Fusai

Riportiamo le novità in vigore dal primo luglio 2013.

Dal 1° luglio denunce degli infortuni in agricoltura all’Inail solo in via telematica

Il titolare dell’azienda agricola deve denunciare, sia all’Inail che all’autorità di Pubblica Sicurezza, tutti gli infortuni sul lavoro per i quali il tempo di guarigione supera i 3 giorni (senza considerare il giorno dell’infortunio) subiti dai dipendenti (sia fissi che avventizi), nonché da tutti i familiari iscritti negli elenchi nominativi dell’inps dei coltivatori diretti (compreso, quindi, il titolare medesimo se anch’egli è iscritto).

L’obbligo di invio solo telematico

Dal 1° luglio è obbligatorio inviare le denunce all’Inail per via telematica. Per il settore agricolo non è ancora pronta la procedura on-line. L’Inail ha quindi disposto che, per il momento, le imprese agricole datrici di lavoro e i coltivatori diretti inviano la denuncia utilizzando una casella di Posta elettronica certificata, propria o di un consulente, come gli uffici Cia.

I termini di presentazione

Le regole per denunciare gli infortuni dei coltivatori diretti o dei dipendenti sono le stesse e, se non rispettate, comportano pesanti sanzioni.
Va premesso che il lavoratore infortunato, anche se è un familiare, ha l’obbligo di informare subito il titolare dell’azienda dell’infortunio subito e di consegnargli prontamente ogni certificato medico contenente la prognosi.
In caso di infortunio mortale, o tale da comportare pericolo di morte, la denuncia va inviata all’Inail entro 24 ore dall’evento; va inviata anche all’autorità di pubblica sicurezza entro i 2 giorni successivi a quello in cui il titolare dell’azienda è venuto in possesso dei certificati sanitari; se il termine cade in un giorno festivo, si slitta al primo giorno successivo non festivo.
Negli altri casi, l’obbligo di presentare la denuncia scatta quando il lavoratore deve astenersi dal lavoro per più di 3 giorni (escluso quello dell’infortunio). ll titolare dell’azienda deve presentare la denuncia, sia all’Inail che all’autorità di Pubblica Sicurezza, entro i 2 giorni successivi a quello in cui è venuto in possesso del certificato medico che contiene la prognosi. Se il termine cade in un giorno festivo, si slitta al primo giorno successivo non festivo.

Infortuni del titolare

Il titolare iscritto come coltivatore diretto deve presentare la denuncia all’Inail e all’autorità di PS nei termini sopra indicati, anche per i propri infortuni.
Nel caso in cui il titolare sia impedito a presentare la denuncia nei termini stabiliti (ad esempio, in caso di ricovero), l’obbligo di denuncia ricade sul medico. Il titolare infortunatosi, non appena gli sarà possibile, dovrà comunque far pervenire all’Inail il normale modulo di denuncia.

Negli uffici Cia tutte le informazioni e l’assistenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat