A 19 anni è già nelle corsie dell’allevamento di bovine - Agrimpresaonline Webzine

A 19 anni è già nelle corsie dell’allevamento di bovine

Cristina Bertoletti

Cristian Calestani

Montechiarugolo (Parma) – “Solo io so quanto amore provo per loro. Gli animali non fingono mai. Loro ti sanno amare… passione nel sangue”. C’è questa frase, scritta con un pennarello nero, vicino alla fotografia che ritrae Cristina Bertoletti, socia di Cia Parma, su uno degli armadietti nell’ufficio-laboratorio a fianco della sua stalla. Una frase che dice tutto della passione di una giovane imprenditrice agricola che a soli 19 anni si occupa già della gestione della stalla e dei campi dell’azienda agricola “Corte La Torretta” di Montechiarugolo, in provincia di Parma.

Del resto Cristina è una predestinata di questo mestiere. A soli 7 anni, racconta, aveva già imparato i primi rudimenti della mungitura nell’azienda agricola di famiglia “La Favola” di Santa Maria del Piano di Lesignano, realtà pioniera della produzione di latte per il Parmigiano Reggiano bio, modalità produttiva sposata ormai più di vent’anni fa, quando parlare di biologico significava essere molto lungimiranti.
Sempre giovanissima Cristina ha iniziato a dare da mangiare alle vacche. Compiere piccoli lavoretti in azienda, all’epoca, era un gioco che in qualche occasione la fece persino arrivare in ritardo a scuola. “Già da piccola – sorride – mi alzavo alle 4 del mattino perché amavo stare nella stalla, talmente tanto che qualche volta ho persino perso il pulmino”.

Dal 25 aprile del 2018 è lei la responsabile dell’azienda agricola “Corte La Torretta”. Da gestire 35 ettari di terreno e 110 capi, di cui 45 in mungitura, per la produzione di latte che viene conferito al caseificio Val Parmossa di Montanari&Gruzza a Tizzano Val Parma per la produzione di Parmigiano bio.

“Come ho scelto questo mestiere? Semplice, mi è venuto naturale – spiega in maniera diretta -. Senza gli animali non so stare. Il contatto con loro, in mezzo alla natura, è il mio habitat. Sarei stata in difficoltà a fare altri lavori”. Per un consiglio, vista la giovanissima età, può sempre contare sull’aiuto del padre Gianemilio, dello zio Paolo e del cugino Davide, tutti impegnati, come lei, in agricoltura continuando la lunga tradizione di famiglia iniziata con Gino Bertoletti e poi proseguita con il figlio Oreste e la moglie Sandra Ferrari.

Il carattere di Cristina è di quelli forti, di chi sa di poter agire in autonomia. E tra le righe lo dice lei stessa nell’indicare le sue razze di vacche preferite. “Mi piacciono molto le jersey e le frisone. Sono piccole e buone, ma qualche volta un po’ testarde. Sanno farsi rispettare. Mi ci ritrovo come carattere”.

Vai al dossier Imprenditoria femminile

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat