Etichettatura degli imballaggi: scattano nuove regole - Agrimpresaonline Webzine

Etichettatura degli imballaggi: scattano nuove regole

imballaggi

Piero Peri

Scattano nuove norme sull’etichettatura: il decreto n. 116/2020 relativo ai rifiuti entrato in vigore il 26 settembre 2020, ha apportato diverse sostanziali modifiche alle disposizioni valide fino allo scorso 31 dicembre.

Per quanto riguarda l’etichettatura la nuova norma prevede che: “Tutti gli imballaggi devono essere opportunamente etichettati secondo le modalità stabilite dalle norme tecniche Uni applicabili, ed in conformità, alle determinazioni adottate dalla Commissione dell’Unione europea, per facilitare la raccolta, il riutilizzo, il recupero ed il riciclaggio degli imballaggi, nonché per dare una corretta informazione ai consumatori sulle destinazioni finali degli imballaggi. I produttori hanno, altresì, l’obbligo di indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione”.

Il Decreto Milleproroghe 2021, recentemente approvato, ha disposto una proroga parziale della norma, prevedendo la sospensione fino al 31 dicembre 2021 dell’applicazione del primo periodo del richiamato comma (Tutti gli imballaggi …), mentre non ha previsto la sospensione dell’applicazione del secondo periodo (I produttori hanno altresì …).
La situazione oggi è, pertanto, la seguente: Tutti gli imballaggi (primari, secondari e terziari) devono prevedere la codifica alfanumerica identificativa del materiale come da Decisione 129/97/CE.
L’apposizione di questi codici d’identificazione del materiale sugli imballaggi è un adempimento espressamente in capo ai produttori (degli imballaggi).

Al contrario, l’obbligo di apporre sugli imballaggi destinati ai consumatori le indicazioni per il corretto conferimento in raccolta differenziata, è sospeso (in virtù della disposizione contenuta nel Decreto Milleproroghe 2021) fino al 31dicembre 2021.

Vista la proroga che si è ottenuta fino al termine del 2021, invitiamo gli associati che vendono direttamente al consumatore finale prodotti confezionati e/o imballati (bottiglie, barattoli, cartoni, cassette, ecc.), a porre la dovuta attenzione a questo nuovo adempimento adeguando per tempo le etichette e gli imballaggi dei prodotti quando si dovrà procedere alla loro ristampa e/o acquisto.
Va da sé che i produttori d’imballaggi dovrebbero già essere a conoscenza della norma.

Per prendere visione di alcuni esempi di etichettatura ambientale, oltre che per approfondire la normativa, il Conai ha creato un sito dedicato all’etichettatura ambientale degli imballaggi, raggiungibile all’indirizzo www.etichetta-conai.com.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat