Crollo produttivo del kiwi verde: c’è attesa per le quotazioni

kiwi

Lucia Betti

RAVENNA – In regione si prevede una flessione produttiva di actinidia verde di circa il 30-35% a causa delle gelate di marzo e aprile. Per quanto riguarda l’actinidia giallo G3, invece, si stima un incremento per i nuovi impianti che entrano in produzione: questi, di solito, sono sotto rete e sono dotati di sistemi antibrina perché si tratta di un prodotto con una Plv tra le migliori fra quelli agricoli (mediamente 1,80 euro/kg nei cassoni). La Romagna è il cuore del kiwi regionale, con la provincia di Ravenna che ha la stragrande porzione di ettari coltivati (oltre 3600) e poi la provincia di Forlì-Cesena con circa 768 ettari (stime 2019 degli Stacp).

La qualità, probabilmente, potrebbe non essere eccellente. Oltre alle gelate, ci sono stati eventi estremi come le violente grandinate e piogge e il forte vento. La cimice asiatica, seppur non come l’anno scorso, sul giallo pare essere stata un grosso problema, sul verde la situazione è stazionaria. Ciò potrebbe portare ad un’ulteriore flessione della disponibilità di prodotto per il fresco.

Tutto sommato, almeno per quanto riguarda l’actinidia, in regione e in Romagna ci sono aspettative di mercato positive e i produttori si attendono qualche soddisfazione. A giugno, la campagna commerciale 2019-2020, si è conclusa molto bene. Il mercato è cambiato con il lockdown. I consumi locali sono molto aumentati. Con l’estero extra Ue la situazione è complicata: alcune destinazioni sono bloccate; per altre è aumentata la burocrazia e per altre non è chiaro se, e come, possano procedere gli scambi.
Anche a livello nazionale è previsto un calo: sono note, purtroppo, le difficoltà di Lazio, Piemonte e Veneto. Pare aumentino gli ettari coltivati ad actinidia in Grecia, da un paio d’anni anni forte concorrente dell’Italia, anche per qualità. Per Spagna e Francia, al momento, non sembrano esserci grandi novità.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: