La Commissione Ue approva ulteriori misure per sostenere mercati agricoli e alimentari - Agrimpresaonline Webzine

La Commissione Ue approva ulteriori misure per sostenere mercati agricoli e alimentari

mercati agricoli
Bruxelles – “Stiamo prendendo provvedimenti rapidi e proporremo nuove misure eccezionali per sostenere ulteriormente i mercati agricoli e alimentari maggiormente colpiti”

Lo comunica la Commissione europea sottolineando che “il settore agroalimentare dell’Ue sta dimostrando capacità di recupero in questi tempi senza precedenti, a seguito dello scoppio del Coronavirus. Tuttavia, alcuni mercati sono stati duramente colpiti dalle conseguenze di questa crisi di salute pubblica”.

“Serve uno sforzo ulteriore e straordinario da parte dell’Europa per sostenere tutti i settori agricoli colpiti dagli effetti dell’emergenza Coronavirus”, afferma Cia-Agricoltori Italiani al termine dei Praesidia del Copa-Cogeca, dove il commissario Ue all’Agricoltura Janus Wojciechowski ha annunciato un nuovo pacchetto di misure dedicate.

“Questi nuovi provvedimenti – ha spiegato il presidente nazionale Cia, Dino Scanavino – rappresentano un primo forte riconoscimento della situazione che sta vivendo l’agricoltura europea. Ma ci aspettiamo che anche altri settori, per i quali non sono state ancora studiate misure di sostegno comunitarie, siano presi in considerazione, a partire dal florovivaismo e dagli altri comparti della zootecnia”.

Più in dettaglio, nel pacchetto annunciato da Wojciechowski, la Commissione Ue prevede misure per gli aiuti all’ammasso privato nei settori lattiero-caseario e delle carni bovine e ovicaprine, che consentirà il ritiro temporaneo dei prodotti dal mercato per un minimo di 2-3 mesi e un periodo massimo di 5-6 mesi e porterà a una riduzione dell’offerta disponibile sul mercato. La Commissione introdurrà flessibilità nell’attuazione dei programmi di sostegno per vino, ortofrutta, olio d’oliva, apicoltura e per il programma “Frutta e latte nelle scuole”.

Sarà attivata una deroga eccezionale alle regole di concorrenza Ue applicabile in particolare al settore del latte, consentendo agli operatori di adottare misure di mercato di auto-programmazione. Per lo sviluppo rurale, si propone una nuova misura, che assumerà la forma di un pagamento forfettario per gli agricoltori e per le Pmi, da finanziare con i fondi ancora disponibili a livello di Stati membri.

Eppure, ha aggiunto Scanavino, bisogna fare ancora uno sforzo in più. “Non si possono lasciare indietro alcuni settori, come quello florovivaistico e agrituristico”. Inoltre, è necessario che “la Commissione intervenga anche su liquidità e strumenti finanziari -ha concluso il presidente Cia- non penalizzando troppo i Psr, che serviranno per rispondere alle sfide future”.

Infine, soprattutto con l’inizio della fase post emergenziale, servirà “un’attenzione particolare a trattative commerciali e negoziati di libero scambio, per supportare l’export agroalimentare, che al momento è paralizzato”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat