Accoglienza e ospitalità per i lavoratori, export di prodotti hanno fatto superare la crisi a "La lepre bianca" - Agrimpresaonline Webzine

Accoglienza e ospitalità per i lavoratori, export di prodotti hanno fatto superare la crisi a “La lepre bianca”

La-Lepre-Bianca-agriturismo-biologico

CENTO (Ferrara) – L’agriturismo “La Lepre bianca” nella campagna centese è sempre stato un luogo di relax rurale dove gustare ottimo cibo e anche godere della bellezza dell’arte, visto che espone opere di artisti emiliani ed è una vera e propria galleria.

Naturalmente, l’emergenza sanitaria ha rallentato l’attività dell’agriturismo che sul territorio è anche un punto di riferimento per le cerimonie, grazie ai suoi ampi spazi attrezzati e alla piscina. Però la sua proprietaria, Barbara Loschi, non si è data per vinta e ha continuato a lavorare, tra cali di fatturato e voglia di ricominciare. 

“Sono due gli elementi che, a partire dal primo lockdown, sono riusciti a evitare il disastro: la possibilità di rimanere aperti per ospitare le persone che hanno comunque continuato a spostarsi per lavoro, e un’annata agricola 2020 positiva. A chi soggiornava in agriturismo abbiamo potuto anche somministrare i pasti e questo, è riuscito a compensare, almeno in parte, la perdita di fatturato.

Naturalmente, ho dovuto anche centralizzare il lavoro, ritrovandomi a fare sostanzialmente tutto io, senza l’ausilio del personale: tagli difficili anche dal punto di vista umano, ma necessari. Inoltre, l’anno scorso abbiamo avuto buone soddisfazioni dalla commercializzazione dei prodotti perché siamo riusciti a vendere a prezzi remunerativi, noi solitamente esportiamo in Germania, le nostre mele e pere biologiche, che coltiviamo in circa dieci ettari di frutteto. Situazione che sappiamo già non si ripresenterà quest’anno, visto che le gelate ci hanno pesantemente colpiti e i danni saranno sicuramente ingenti.

Adesso, speriamo in un periodo estivo positivo, visto che abbiamo già molte prenotazioni anche per cerimonie e il ristorante è ritornato a pieno regime. È stata dura, ma vedo la luce in fondo al tunnel”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat