Anteprima sulle agevolazioni fiscali della Legge di Bilancio 2022 in attesa della definitiva approvazione - Agrimpresaonline Webzine

Anteprima sulle agevolazioni fiscali della Legge di Bilancio 2022 in attesa della definitiva approvazione

ecobonus

Mirco Conti

DALLA REDAZIONE – Il Governo ha approvato nei giorni scorsi il Disegno di Legge di Bilancio 2022 (Legge Finanziaria).
Vediamo quali sono le agevolazioni in campo tributario che, in attesa della definitiva approvazione da parte del Parlamento, possono interessare cittadini ed imprese, già in quest’ultima parte dell’anno.

Contributo a fondo perduto perequativo

È previsto un contributo a fondo perduto “perequativo” nei confronti delle imprese che hanno subito un peggioramento del risultato economico dell’esercizio 2020 rispetto a quello 2019, superiore al 30%.
Il contributo, che non può essere superiore a 150.000 euro è determinato applicando una specifica percentuale alla differenza tra il risultato dell’esercizio 2020 rispetto a quello 2019, al netto dei contributi Covid-19 riconosciuti. La percentuale è differenziata a seconda dell’ammontare dei ricavi conseguiti nel 2019, come specificato nella tabella.

Facciamo un esempio. Un’impresa ha conseguito ricavi per 110.000 euro nel 2019. L’utile realizzato per detto anno è stato pari a euro 25.000, mentre quello ottenuto nel 2020 ammonta a 15.000 euro.
I risultati economici hanno subito una diminuzione di 10.000 euro nel biennio 2019/2020, superiore pertanto al 30%.
L’impresa ha ricevuto fino ad oggi contributi Covid per 2.000 euro. Il contributo perequativo sarà pari al 20% di euro 8.000 (peggioramento del risultato economico – contributi Covid), vale a dire euro 1.600.
Le modalità e i termini di presentazione della domanda saranno definiti dall’Agenzia delle Entrate con un prossimo provvedimento, nel quale saranno chiariti dati e condizioni in base ai quali si potranno estendere tali provvidenze anche agli imprenditori agricoltori.

Cessione e sconto in fattura dei bonus per interventi edilizi

Con riferimento alla possibilità di:

  • recupero e ristrutturazione del patrimonio edilizio,
  • riqualificazione energetica (ecobonus);
  • adozione misure antisismiche (sismabonus);
  • recupero / restauro facciate;
  • installazione impianti fotovoltaici;
  • installazione colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Credito d’imposta industria 4.0

Gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2021 ovvero entro il 30 giugno 2022 su prenotazione, possono beneficiare del credito d’imposta Industria 4.0:

  • del 50% del costo dell’investimento, se trattasi di beni c.d. “interconnessi”, compensabile in tre rate di pari importo a partire dal 2021;
  • del 40% sul costo dell’investimento, se trattasi di beni c.d. “interconnessi”, compensabile in 3 rate di pari importo a partire dal 2023;

Relativamente al contributo a fondo perduto “perequativo”, le imprese interessate, aventi contabilità presso la Confederazione o proprie società di servizi, saranno direttamente contattate dalle sedi territoriali di riferimento, dove è in ogni caso possibile ricevere ulteriori informazioni, anche alla luce degli eventuali emendamenti alla Legge di Bilancio che saranno approvati dal Parlamento.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat