La multifunzionalità degli agricoltori valorizza la Vallata del Santerno - Agrimpresaonline Webzine

La multifunzionalità degli agricoltori valorizza la Vallata del Santerno

NOVEMBRE 2015

L’attività primaria è un forte volano per il turismo grazie agli agriturismo, alle cantine, alla vendita diretta dei prodotti tipici
Alessandra Giovannini

IMOLA – C’era anche la Cia di Imola al weekend di studi organizzato dall’associazione Gipiesse (Geologia paesaggi sentieri) con il supporto di Con.Ami dedicato allo sviluppo futuro della Vallata del Santerno in programma dal 9 all’11 ottobre a Tossignano e Borgo Tossignano.

La tre giorni di lavori è stata caratterizzata da due convegni, uno dedicato alle sfide e proposte per il territorio della vallata, il secondo al ruolo dell’agricoltura, dell’enogastronomia e delle attività ricettive. Durante il primo appuntamento sono intervenute le associazioni di categoria ed Elena Lelli, in qualità di coordinatrice del dipartimento Progetto Europa della Cia di Imola, ha presentato il progetto avviato nella primavera di quest’anno.

“Il servizio – spiega Elena Lelli – è rivolto a tutte le imprese e a tutti gli enti locali con lo scopo di creare sviluppo attraverso la ricerca di fondi diretti dell’Unione Europa e del Ministero. L’ambizione del dipartimento è di riuscire a rispondere alle esigenze del territorio, integrando i fondi provenienti da più canali. La seconda giornata si è indirizzata sul Geomarketing, Prodotti e Sinergie e il presidente della Cia di Imola, Giordano Zambrini ha sottolineato il ruolo dell’agricoltura mettendo in evidenza l’importanza di chi lavora per preservare il territorio svolgendo un servizio di manutenzione del verde.

“L’agricoltore – dice Zambrini – previene il dissesto idrogeologico proteggendo e preservando il territorio dagli effetti negativi dell’abbandono”, grazie alla multifunzionalità della figura che opera in campagna ma anche marketing. “L’agricoltura – dice ancora Zambrini – funziona come forte volano per il turismo grazie agli agriturismo, alle cantine, alla vendita diretta del prodotti tipici. Un modo anche per dare valore alle produzioni del territorio”. La tre giorni, che si è conclusa con alcune escursioni, ha visto la partecipazione di numerosi ospiti. “Siamo stati molto soddisfatti dell’iniziativa – precisa Zambrini – e abbiamo particolarmente apprezzato il ruolo che ci hanno riservato gli organizzatori. Siamo sempre più convinti che lo sviluppo del territorio passa attraverso l’integrazione e il coordinamento di tutti gli attori”.

 

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat