Pensionati coltivatori diretti e Iap esenti dal pagamento dell’Imu sui terreni agricoli - Agrimpresaonline Webzine

Pensionati coltivatori diretti e Iap esenti dal pagamento dell’Imu sui terreni agricoli

terreno agricolo

Mirco Conti

La disposizione si applica anche ai familiari coadiuvanti o soci di società agricole

I pensionati iscritti alla previdenza agricola non devono pagare l’Imu sui terreni coltivati direttamente. Con la conversione del “Decreto Agosto” nella Legge n. 126/2020 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 253 del 13 ottobre 2020, l’annosa questione è stata risolta positivamente ed in via definitiva. L’articolo 78-bis del provvedimento, conferma, infatti, che anche l’agricoltore pensionato non è tenuto a pagare l’Imu sui terreni, a condizione che continui a svolgere l’attività agricola e sia iscritto nelle liste previdenziali dei coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali.
La Confederazione italiana agricoltori ha sempre portato avanti questa interpretazione favorevole per la categoria, sensibilizzando le istituzioni preposte, anche rispetto ai vari contrasti giurisprudenziali.

Purtroppo, alcuni comuni e anche qualche giudice tributario, avevano disatteso l’autorevole orientamento del Ministero dell’Economia e Finanze anch’esso favorevolmente orientato verso l’esenzione dell’Imu per gli agricoltori pensionati, costringendo i contribuenti a pagare un’imposta non dovuta, oppure a sostenere spese per il contenzioso tributario.
La Commissione tributaria di Modena, ad esempio, si era già pronunciata sull’argomento con alterne decisioni.
Citiamo la sentenza n. 517 del 15/10/2020 con la quale i giudici modenesi della Prima Sezione, facendo riferimento ad argomentazioni in linea con quelle sostenute dalla Cia, hanno riconosciuto ad un pensionato iscritto, coltivatore diretto, l’esenzione dal pagamento dell’imposta.

Lo stesso art. 78-bis contiene anche due ulteriori conferme riguardo alle esenzioni dall’Imu a favore dei seguenti proprietari di terreni agricoli, sempreché iscritti nelle liste dei coltivatori diretti o Iap:

  • coadiuvanti nello stesso nucleo familiare del titolare dell’impresa agricola conduttrice dei terreni;
  • soci della società agricola conduttrice dei terreni.

L’apprezzabile intervento del legislatore, assume validità anche con riferimento alle annualità precedenti, in virtù dell’art. 1, comma 2 dello Statuto dei diritti del contribuente, che disciplina le modalità di interpretazione autentica delle norme tributarie.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat