Rifiuti agricoli, finalmente qualche timida ‘semplificazione’ - Agrimpresaonline Webzine

Rifiuti agricoli, finalmente qualche timida ‘semplificazione’

novembre 2013

Novità sulla tenuta dei registri e su chi è esonerato dall’iscrizione all’albo gestori ambientali

Con l’approvazione del Decreto Legge 101/2013 avvenuta lo scorso 30 ottobre sono state approvate alcune semplificazioni in materia di trasporto dei propri rifiuti prodotti dall’azienda agricola.

In estrema sintesi le modifiche apportate riguardano due rilevanti aspetti.

Primo aspetto

La prima si riferisce alla tenuta dei registri di carico e scarico che per gli imprenditori agricoli potrà essere assicurata attraverso la conservazione per tre anni del formulario di identificazione oppure con altro documento di conferimento se l’agricoltore è all’interno di un circuito organizzato di raccolta o di un accordo di programma. Al riguardo senza entrare in complessi tecnicismi derivanti dalle varie modifiche normative per quanto riguarda la nostra realtà regionale che vede in tutte le province la presenza di accordi di programma diversamente articolati è sufficiente, per soddisfare l’obbligo della tenuta dei registri, la conservazione per tre anni dei documenti di conferimenti utilizzati al momento della consegna dei propri rifiuti al centro di raccolta autorizzato.

Secondo aspetto

La seconda rilevante novità riguarda l’esonero dall’iscrizione all’albo gestori ambientali. La nuova norma dispone l’esonero dall’iscrizione per gli imprenditori agricoli (di cui all’art. 2135 del Codice Civile) che trasportano i rifiuti da essi prodotti nell’ambito del territorio regionale o provinciale dove ha sede l’impresa, ai fini del conferimento dei rifiuti stessi nell’ambito del circuito organizzato di raccolta o accordo di programma. La norma  si riferisce a tutti i rifiuti  agricoli prodotti, indipendentemente dalla quantità e dal fatto che siano pericolosi o no.

Rimane ancora da sciogliere il nodo spinoso dell’iscrizione al Sistri (Sistema informatico di tracciabilità) che dovrebbe decorrere dal prossimo 3 marzo 2014. Presso il Ministero dell’ambiente è costituito un tavolo di concertazione e monitoraggio del Sistri. In questa sede verranno discusse tutte le semplificazioni che riguardano questo aspetto, tra le quali quella da sempre sostenuta dalla Cia e cioè l’esonero dall’iscrizione e dall’uso diretto del sistema per le imprese agricole che aderiscono ai circuiti organizzati di raccolta.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat