Vaccinazioni: le leggi vanno rispettate - Agrimpresaonline Webzine

Vaccinazioni: le leggi vanno rispettate

vaccinazioni
Anp e Donne in Campo dell’Emilia Romagna ribadiscono che la scuola non può trasformarsi in uno spazio di disputa ideologica

BOLOGNA – “Alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico 2018-2019 sia le famiglie che le scuole hanno bisogno di disposizioni chiare e giuridicamente fondate sul delicato tema delle vaccinazioni e dell’accesso alla scuola pubblica”. L’Associazione nazionale pensionari e Donne in campo della Confederazione emiliano romagnola ribadiscono che la scuola non può trasformarsi in uno spazio di disputa ideologica, di polemica politica e di contesa per interessi di parte, “mentre dobbiamo constatare che questo tema continua ad essere utilizzato per l’ennesima polemica ed è oggetto di pesanti strumentalizzazioni.
Con la ripresa dell’attività didattica, presidi e insegnanti riprenderanno la loro missione formativa nei confronti dei nostri bambini e ragazzi, c’è da augurarsi che ciò avvenga in un clima disteso e collaborativo tra le istituzioni, le famiglie e tutto il personale scolastico. Crediamo che si debba fare rapidamente chiarezza eliminando ogni dubbio e incertezza interpretativa delle norme e degli indirizzi amministrativi – sottolineano ancora le due organizzazioni – rispettando i tempi già previsti ed evitando ulteriori deroghe.
Ribadiamo con fermezza, come scienza comanda, che i bambini dovranno continuare a essere vaccinati e i genitori dovranno avere le certificazioni necessarie e previste dalla legge.
La copertura vaccinale in questo modo, dà la priorità a chi non può scegliere rispetto a chi può scegliere di vaccinarsi e decide comunque di non farlo.
Secondo Anp e Donne in Campo, quindi, nessun passo indietro deve essere fatto sull’obbligo vaccinale.
“Ribadiamo come associazioni, come nonni e come mamme – concludono – che le leggi debbano essere applicate e fatte rispettare, a maggior ragione quando si tratta di tutelare e garantire la salute pubblica” .

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat