Parmigiano Reggiano: confronto aperto sulla revisione del Disciplinare produttivo - Agrimpresaonline Webzine

Parmigiano Reggiano: confronto aperto sulla revisione del Disciplinare produttivo

Dicembre 2015

Il 25 di novembre si è svolta l’Assemblea del Consorzio del Parmigiano Reggiano, un passaggio cruciale con al centro la revisione del disciplinare produttivo. Su questo argomento lunedì 16 novembre si è riunita la Direzione provinciale della Cia parmense per impostare un confronto su un tema di assoluta priorità.

La presidente Ilenia Rosi ha ribadito la situazione difficile sul versante agricolo, in particolare sulla necessità di “sostenere un prezzo del latte oramai ben inferiore ai costi di produzione e di rivedere i metodi valutativi dello stesso prezzo”. Un tema su cui “manca la volontà degli industriali” malgrado si registri una leggera crescita dei consumi e un calo produttivo come effetto di una crisi oramai insostenibile da parte degli allevatori. Sul versante disciplinare la Rosi ha ribadito la posizione della Cia, che possiamo riassumere in tre punti: legame vacche territorio, revisione della marchiatura, tema grasso-caseina. Più in generale “bisogna costruire un organismo interprofessionale in grado di intercettare risorse e costruire una coesione di filiera essenziale per l’uscita da questa drammatica crisi”.

Accanto alle proposte della presidente Rosi è stato presentato un documento dei giovani aderenti all’associazione Agia. Saverio Delsante, portavoce dei giovani Cia, ha criticato la gestione del Disciplinare da parte del Consorzio soffermandosi su alcuni punti sostanziali. In primis la necessità di non effettuare la marchiatura sul formaggio di seconda scelta, poi una maggiore attenzione al consumatore ed alle sue richieste, infine la necessità di arrivare ad una revisione del Disciplinare attraverso una sorta di analisi scientifica partendo dalle richieste del mercato e non dall’aggravio dei costi di produzione. Questi, in sintesi, i temi trattati con una volontà di riportare i trattori in piazza se non verranno ascoltate le ragioni degli allevatori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat