Assicurazioni: allo studio nuove polizze - Agrimpresaonline Webzine

Assicurazioni: allo studio nuove polizze

Marzo 2014

Siamo ai nastri di partenza della campagna assicurativa per l’annata agraria 2014; una necessità impellente dato il netto anticipo vegetativo dei frutteti, ma anche una necessità obbligata per ogni azienda agricola di ogni tipo di dimensione; ormai oggi nessun produttore può rischiare le sue coltivazioni a causa degli eventi atmosferici sempre più diversificati.

Assicurarsi diventa una necessità obbligata dalla certezza che non ci saranno più interventi in post/calamità dallo Stato nazionale – ha detto Luigi Monterastelli, vicepresidente del consorzio fitosanitario e dirigente Cia – gli associati della Cia di Ferrara già sanno che in Italia, nell’annata appena trascorsa solamente alla nostra Provincia è stato riconosciuto lo stato di calamità per eccesso di pioggia; problematica che non ha riguardato solo il nostro territorio, ma l’impegno congiunto ai vari livelli, provinciale e nazionale, ha reso possibile di essere gli unici in Italia. Questo tipo di soluzione purtroppo sarà un aiuto molto tardivo e scarsamente retribuito (le calamità riconosciute negli anni precedenti insegnano), perchè ormai tutto va nella direzione del sistema assicurativo agricolo; l’aiuto finanziario alle aziende agricole ad oggi è già garantito nella Pac sino all’anno 2020.

“Il consorzio difesa di Ferrara – ha spiegato Monterastelli – è al lavoro insieme alle associazioni dei Consorzi regionali e nazionale (Asrecodi e Asnacodi) per preparare ad ogni agricoltore, polizze contrattate collettivamente che siano in grado di coprire ogni tipo di danno ed evento calamitoso. All’imprenditore agricolo resta la scelta tra le avversità assicurabili per la stipula di polizze pluririschio (più avversità) o la copertura totale per ogni tipo di evento con polizze multirischio (tutte le calamità naturali del piano assicurativo 2014) precisa Monterastelli. – Rimane comunque un costo per l’impresa agricola ma che sempre più va considerato nei costi di produzione della coltura; la provincia di Ferrara è tra le capofila nel panorama nazionale con circa l’80% di aziende agricole che già assicurano. Con l’impegno di copertura dei rischi allargato ai produttori che ancora oggi non assicurano ed ampliato ad ogni produttore agricolo si potrebbero abbassare notevolmente i costi assicurativi per la maggior forza dei Condifesa verso le Compagnie assicurative e a loro volta Riassicurative”.

Il Consorzio difesa di Ferrara ha invitato tutti gli operatori del settore a sei riunioni informative che si sono tenute i primi giorni di marzo in tutta la provincia: Ferrara, Copparo, Bondeno, Portomaggiore, Argenta e Codigoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat