Cimice, Calderoni: “Serve ricerca e sperimentazione per combatterla” - Agrimpresaonline Webzine

Cimice, Calderoni: “Serve ricerca e sperimentazione per combatterla”

Ottobre 2015

FERRARA – “Chiediamo al Servizio Fitosanitario della Regione, che ha la possibilità di controllare la situazione giorno per giorno e sta iniziando a conoscere bene questo insetto, che ci aiuti a prevenire futuri focolai di cimice nel ferrarese”. La richiesta è del presidente della Cia di Ferrara, Stefano Calderoni, a seguito degli attacchi dannosi della halyomorpha halys.

“È evidente che non servono trattamenti con fitofarmaci aggressivi ed evidentemente inutili come è già avvenuto in alcune aree – continua Calderoni – ma l’unico modo per affrontare il problema sono, a nostro avviso, la ricerca e la sperimentazione. L’esperienza di altre province, purtroppo, esiste e da questa si deve partire per debellare la cimice ed evitare che l’economia agricola della Regione sia messa a rischio.
Se uniremo le forze, iniziando a lavorare sin da ora per trovare una soluzione potremmo non dover ricorrere a deroghe ai Disciplinari di produzione per consentire l’utilizzo di prodotti non ammessi, dei quali peraltro non si conosce la reale efficacia.
È importante, infatti, che il problema della cimice venga risolto senza andare a incidere pesantemente sull’ecosistema ambientale e quindi tutelando le persone che vivono nelle aree urbane e nelle campagne, a partire dagli agricoltori”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat