Congresso Cia alle porte - Agrimpresaonline Webzine

Congresso Cia alle porte

Cristiano Fini, Presidente Cia Emilia Romagna

Il 2022 sarà caratterizzato dai bandi regionali del Piano di Sviluppo Rurale (si tratta di circa 400 milioni di euro) e dal percorso per i bandi sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Sarà anche l’anno dei criteri della nuova Pac 2023-2027 e, si spera, un’annata proficua per le nostre imprese dal punto di vista economico e produttivo.

Ma sarà anche un importante periodo di assemblee elettive di Cia Agricoltori Italiani: la nostra Confederazione si appresta al rinnovo delle cariche sociali, ma soprattutto avvierà un confronto con gli agricoltori e i cittadini sui temi che riguardano le imprese e le famiglie delle zone rurali. Nonostante la grave crisi pandemica, Cia sente la necessità di aprire un confronto con tutti gli associati sul futuro dell’agricoltura nazionale, nel rispetto delle norme e della sicurezza di chiunque intenda offrire il proprio contributo e aprirsi al dibattito concreto e sereno.

Abbiamo bisogno di confrontarci su temi quali il reddito degli imprenditori, l’andamento delle filiere produttive, le opportunità e le minacce che caratterizzeranno le sfide future, le infrastrutture ed i servizi nelle aree rurali. Inoltre vogliamo affrontare il tema del sistema sanitario alla luce della pandemia che stiamo cercando affannosamente di superare. Poi c’è il futuro dei nostri giovani e lo scandalo delle pensioni minime che affliggono i nostri anziani, il sostegno comune all’imprenditoria femminile e il contrasto alla discriminazione di genere.

Campi devastati dai cinghiali, fitopatie e siccità causati dai cambiamenti climatici, prezzi delle produzioni agricole inadeguati e insostenibili, attacchi ingiustificati al nostro settore da parte di ambientalisti, animalisti e, in taluni casi, dai media, meritano un confronto ma anche risposte concrete da parte dei gruppi dirigenti della Confederazione e riteniamo che l’assise congressuale possa essere un passaggio fondamentale per discutere e ragionare di questi contenuti ed individuare le persone che dovranno rappresentare la Cia nei tavoli istituzionali per i prossimi 4 anni.

Sarà anche l’occasione per sviluppare ragionamenti interni all’Associazione: il livello e la necessità dei servizi offerti, l’organizzazione interna per essere più efficienti ed efficaci, le alleanze col mondo della rappresentanza agricola ed extra-agricola, i rapporti con la cooperazione, le Organizzazioni di prodotto, la Grande distribuzione organizzata, le Istituzioni locali, regionali e nazionali.

Insomma, dobbiamo affrontare tanti problemi e trovare altrettante possibili soluzioni. Non sarà facile, non è mai stato semplice, ma vogliamo farlo insieme a tutti i nostri associati, attraverso l’ascolto ed il confronto, armi essenziali per vincere le sfide del futuro.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat