“La Ramona” di Reda di Faenza riparte dal “boxAperitivo” nel parco - Agrimpresaonline Webzine

“La Ramona” di Reda di Faenza riparte dal “boxAperitivo” nel parco

la-ramona

All’agriturismo “La Ramona” di Reda di Faenza (Ravenna) hanno inventano il “boxAperitivo” nel parco. “L’attuale possibilità di ristorazione solo all’aperto è un’incognita, comunque meglio così piuttosto che non lavorare”, dice Graziello Fabbri, che con la moglie Oriella a tempo pieno, e aiutati nel fine settimana dalla figlia Valentina e dal marito Filippo (oltre al personale), gestisce l’agriturismo “La Ramona” in un tranquillo angolo di campagna, con ampi spazi all’aperto e un ambiente rustico e sano.

“Per questa fase abbiamo allestito una tensostruttura che permette agli ospiti un minimo riparo in caso di temporale, anche se con qualche disagio per gli addetti al servizio – spiega Fabbri -. Col bel tempo, e se non ci sono previsioni di peggioramento, usiamo anche il portico. Quest’opzione però si decide alla domenica mattina. Siamo contenti dei primi due fine settimana, anche se purtroppo abbiamo dovuto dire dei no. Abbiamo già le prenotazioni per i prossimi week-end. Per il 2021 abbiamo ideato il “boxAperitivo” nel parco, un inno alla scampagnata, l’ospite deve solo ricordarsi di portare la coperta”.

Fabbri racconta come hanno gestito tutta l’emergenza sanitaria, fra chiusure totali e parziali. “Ce la siamo cavata con l’asporto e la consegna a domicilio. Questi servizi non equivalgono al lavoro pre pandemia, ma non potevamo stare fermi: abbiamo voluto esserci per i nostri clienti, anche se in un altro modo”. 

Non sono mancati i sacrifici. “Abbiamo dovuto fare scelte difficili e dolorose, come lasciare a casa il personale. È stato un cambiamento notevole. Nel periodo in cui è stato possibile lavorare, fra maggio e ottobre 2020, ci siamo rodati e abbiamo ragionato su un numero di persone da ospitare all’esterno che consentisse di spostare tutti all’interno in caso di un temporale estivo, nel rispetto delle norme per il contenimento della pandemia. Cosa che in questa fase non possiamo fare. Abbiamo lavorato, siamo andati bene”.

Fabbri ha molto progetti. A breve: una cella frigo e l’attivazione del forno per la pizza, ora sospesi in attesa di capire meglio gli sviluppi dell’emergenza. Il suo “sogno” sarebbe completo con la realizzazione di qualche stanza per il pernottamento. 

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat