Lagotto Romagnolo fa rima con tartufo - Agrimpresaonline Webzine

Lagotto Romagnolo fa rima con tartufo

Emer Sani

Montefiore Conca (Rimini) – A Montefiore Conca (Rimini) si trova Il Granaio dei Malatesta, l’allevamento professionale esclusivamente di Lagotto Romagnolo. Un cane specializzato nella ricerca del tartufo su qualsiasi tipo di terreno. “L’unica razza riconosciuta con questa attitudine”, spiega la titolare Monica Benelli che gestisce l’allevamento insieme al collaboratore Marco Damiani. Di mole medio-piccola, quadrato, dall’aspetto generale rustico, il Lagotto è forte, ben proporzionato e se ne intuisce la funzionalità nel lavoro. Le origini del Lagotto sono antichissime. “Esistono dei dipinti del 1300 in cui vengono ritratti, nasce nelle valli di Comacchio come cane da riporto in acqua nella caccia alle anatre dei barcaioli. In seguito ci furono le bonifiche e quindi il Lagotto non venne più utilizzato dai cacciatori e il suo impiego si spostò sulle colline bolognesi dove è diventato un cane da tartufo, sfruttando l’innata attitudine alla cerca e l’eccellente olfatto. L’istinto venatorio è stato cancellato, così non viene distratto dal selvatico”. L’espressione del Lagotto è attenta, intelligente e vivace, mentre lavora esibisce passione ed efficienza.

“Tutte le razze possono essere addestrate alla ricerca del tartufo, ma il Lagotto lo fa naturalmente, ha bisogno solo di un addestramento lieve – spiega Monica – basato sul gioco, in quanto fa parte del suo dna. Questa sua attitudine naturale è riconosciuta come unica in tutto il mondo, dall’Enci (Ente nazionale cinofilia italiana), dalla Fci (Federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini) e da altri enti in America, Inghilterra e Australia”.

L’attività de Il Granaio dei Malatesta è iniziata nel 1998. “Prima con un’altra razza, poi dal 2005 con il Lagotto: al momento contiamo 35 adulti di nostra proprietà, e come allevatori ci siamo dotati di un codice etico di tutela degli animali secondo il quale le femmine non iniziano la gestazione prima dei 18-24 mesi, partoriscono solo una volta all’anno e non più di cinque volte in tutta la vita. Per la riproduzione utilizziamo tutti cani sani, sono esemplari testati geneticamente, che non soffrono delle patologie tipiche della razza, e quindi nascono cucciolate che non sono affette da disturbi. Come allevamento professionale abbiamo la fortuna di disporre di questi test, che chiaramente hanno un costo che incide sul prezzo di vendita. Altri allevamenti non fanno test, come nei casi di cucciolate nate in famiglia, e purtroppo in Italia su questo non c’è un controllo, quindi gli allevamenti professionali non sono tutelati”.

L’allevamento si trova in via Cà Cecchino. “Si sviluppa su due ettari di terreno, la zona recintata per i cani è di circa un ettaro, in cui si trova anche la struttura per il loro ricovero. I cani stanno all’aperto in questa zona grandissima tutto il giorno, rientrano solo la notte e ovviamente quando le condizioni meteo sono avverse. Fanno quindi tantissima attività fisica. In allevamento è sempre presente una persona, i cani non sono mai soli, hanno un rapporto umano continuo, o con noi proprietari o con un addestratore”.

Il Lagotto è anche un cane da famiglia: “È estremamente dolce – aggiunge Monica -, è molto legato all’uomo, per questo è molto impiegato anche per la pet therapy. Una caratteristica fondamentale poi è che non perde pelo, quindi va bene anche per chi è allergico. Noi, avvalendoci di addestratori professionali, li prepariamo sia per la ricerca del tartufo, per questo vanno in Abruzzo, per la pet therapy e anche per l’allerta per i diabetici. Il Lagotto appositamente addestrato fiuta se il livello glicemico è troppo alto. L’allevamento ha ceduto esemplari in tutto il mondo e vinto numerosi concorsi di bellezza, sia a livello italiano che europeo e mondiale”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat