Proposta di tutela di Monte Romano: la Cia segnala molte criticità - Agrimpresaonline Webzine

Proposta di tutela di Monte Romano: la Cia segnala molte criticità

10/09/2013

Monte Romano (Brisighella, RA) – La Sovrantendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini, ha avanzato la proposta di tutela paesaggistica della località Monte Romano in comune di Brisighella per un area di circa 2.350 ettari, ai sensi dell’art. 136 comma 1 lett. c) e d) del D. legs n° 42/2004.

Il paesaggio è caratterizzato da pendii collinari che raggiungono la quota di oltre 700 m. sul livello del mare, con parziali aree boscate, ampie radure o spazi connettivi aperti, destinati a pascoli o coltivati a seminativo. L’area è antropizzata e le caratteristiche del territorio derivano proprio dalla presenza di aziende agricole che con il loro prezioso lavoro hanno mantenuto una ruralità e paesaggi di singolare bellezza.

La proposta parte dal presupposto che l’area sia un insieme armonico ma, di fatto, queste peculiarità paesaggistiche non si configurano come un contesto unico, tenendo presente che i 2.350 ettari non possono essere considerati unico insieme. Lo strumento di tutela del D.legs n° 42/2004 viene utilizzato solitamente per la tutela di singoli immobili o di aree ristrette di particolare pregio o interesse pubblico.

La proposta riguarda invece un’area talmente vasta da considerarsi sproporzionata e non rispondente ad una reale finalità di tutela puntiforme di caratteristiche singolari. La proposta di tutela non è quindi adeguata alle finalità dichiarate e rappresenta, attraverso nuovi vincoli, una ulteriore limitazione alle attività economiche del territorio con la prospettiva di un ulteriore degrado. Coloro che vivono il territorio hanno un’attenta considerazione del paesaggio in cui vivono ed è proprio grazie a questa cultura che il territorio ha mantenuto queste caratteristiche.

In questo momento non c’è bisogno di ulteriori vincoli ma di incentivi per mantenere sul territorio i veri ed unici custodi del territorio: le aziende agricole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat