Welfare, sanità, pensioni e Cupla al centro di un incontro a Cesena

Anp romagna

Lucia Betti

Assemblea annuale Anp Romagna

CESENA – Si è riunita mercoledì 12 febbraio a Cesena l’Assemblea annuale Anp Romagna. A due anni dalla sua costituzione come ‘Romagna’ è stata l’occasione per relazionare sul lavoro svolto sulle tematiche del benessere, della sanità e delle pensioni.

All’incontro hanno partecipato il presidente Cia Romagna, Danilo Misirocchi, la segretaria generale Anp nazionale, Daniela Zilli, il presidente Anp regionale, Pierino Liverani e il presidente Anp Romagna, Wiliam Signani.

È intervenuto, inoltre, il direttore generale Ausl Romagna, Marcello Tonini, con il quale è stata l’occasione per riflettere sulla situazione del sistema sanitario dopo 40 anni dalla sua costituzione, mettendo in luce quanto realizzato a livello nazionale, e la distintività emiliano romagnola, con la consapevolezza delle nuove criticità attuali: emerge la necessità di una riforma, con l’intervento non solo dei tecnici ma soprattutto dei politici, che devono avere una visione generale del Paese.

Di seguito un estratto dell’intervento di Wiliam Signani, presidente Anp Romagna.

“Cari amici, siamo a due anni dal Congresso costitutivo dell’Associazione nazionale pensionati (Anp) Cia Romagna. In questi due anni, passati velocemente, abbiamo contribuito a rafforzare il ruolo politico sindacale della nostra organizzazione. Ci siamo impegnati sia nel territorio di nostra competenza, sia a livello regionale e nazionale. Ci siamo adoperati e impegnati sulle tematiche che ci riguardano e ci coinvolgono direttamente: welfare, sanità e pensioni. Abbiamo svolto, su questi temi, dieci iniziative. Ci siamo impegnati sul fronte delle pensioni con incontri con i Prefetti di tutte le provincie della Romagna e dell’Emilia, con un risultato che è stato altamente positivo, manifestato a Roma di fronte al Parlamento per sensibilizzare la politica e le Istituzioni su questo tema, fondamentale per la comunità dei pensionati. Certamente i risultati ottenuti non sono stati soddisfacenti. Abbiamo sviluppato uno studio sul sistema pensionistico attuale proiettandolo nel futuro, un convegno proposto agli organi dirigenti di Cia Romagna, la quale è diventata di fatto la protagonista dell’iniziativa, coinvolgendo l’Inac nazionale nella figura del suo presidente, Antonio Barile.

Sul sociale, grazie all’impegno del vice presidente, Oretta Pedini, abbiamo sviluppato una serie di iniziative lodevoli, sia locali sia regionali. Per i prossimi due anni faremo un percorso similare, mantenendo alta l’attenzione sui temi già evidenziati. Non molleremo di un centimetro sulle questioni che riguardano la sanità, il welfare e le pensioni: avremo in programma un incontro con i politici del territorio, sia parlamentari sia consiglieri regionali.

Lavoreremo per avere rapporti più stretti con i Comuni, Capoluoghi di Provincie e cercheremo un contatto con i vari distretti socio sanitari. Con il Cupla cercheremo di improntare un ragionamento di territorio Romagna, rilanciando quest’idea perché l’attività del Cupla cresca in forma omogenea su tutto il territorio Romagna. Concludendo, gli impegni sono molti, avremo quelli regionali e nazionali. Ci avviamo alla fase finale del nostro mandato, che scadrà fra circa due anni: a quel punto tireremo le somme di questo percorso, che ha inaugurato un importante e nuovo sistema Cia. Il territorio Cia Romagna, con l’insieme delle associazioni di persone, è una grande realtà, spetta a noi farla crescere, con la grande volontà del fare”.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: