Al via la costruzione di un nuovo impianto pluvirriguo al servizio di 700 ettari - Agrimpresaonline Webzine

Al via la costruzione di un nuovo impianto pluvirriguo al servizio di 700 ettari

irrigazione

SAN PROSPERO SUL SECCHIA (Modena) – Sono iniziati i lavori per la costruzione del nuovo impianto pluvirriguo Staggia di San Prospero sulla Secchia, nel modenese, un’opera dell’importo previsto di oltre 11.370.000 euro finanziata dal Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali, nell’ambito delle risorse del Fondo sviluppo e coesione (Fsc) 2014-2020.

L’impianto verrà realizzato dal Consorzio della Bonifica Burana e sarà al servizio dell’agricoltura di un territorio di quasi 700 ettari di terreni contraddistinti da colture agricole ad alta specializzazione e diversi prodotti certificati. L’inaugurazione è avvenuta presso l’azienda agricola Ventiventi alla presenza di autorità e amministratori.

La presentazione del progetto del Consorzio di Burana si è svolta nell’azienda agricola Ventiventi

“La tecnologia impiegata nella progettazione del nuovo impianto Staggia – ha spiegato il direttore del Consorzio Burana, Cinalberto Bertozzi -, è orientata alla performance, sfruttando un’irrigazione sotterranea non impattante e non dispersiva poiché unisce l’utilizzo e la distribuzione sostenibile, a beneficio delle colture di pregio locali e dell’ambiente circostante. Tecnicamente, l’acqua verrà prelevata dal Canale Diversivo di Cavezzo e, grazie ad una stazione di pompaggio, alimenterà una rete di oltre 25 km di tubazioni sotterranee per la distribuzione in pressione a 124 idranti che alimenteranno un centinaio di aziende agricole del territorio”.

Durante la cerimonia, il meteorologo e climatologo Andrea Giuliacci, intervenuto all’inaugurazione, ha presentato i numeri dell’emergenza climatica: rispetto a un secolo fa la temperatura media è aumentata di 1,1 grado. Gli anni più caldi di sempre sono stati, in ordine decrescente, il 2016, 2020, 2019, 2015, 2017. Luglio 2019, a livello planetario, è stato il mese più caldo dell’era moderna e la primavera, dagli anni Settanta, ha anticipato il suo arrivo di ben 20 giorni, tutti aspetti che portano all’aumento del calore in atmosfera.

L’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, ha ribadito come sia necessario affrontare la questione dei bacini di accumulo a scopo irriguo e, per questo, ha sollecitato i Consorzi di Bonifica a predisporre progetti esecutivi ed immediatamente cantierabili.

Agrimpresa online - Registrazione: tribunale di Bologna n. 6773 del 2 marzo 1998 - email: agrimpresa@cia.it - tel. 0516314340
Direttore responsabile: Claudio Ferri - Presidente: Cristiano Fini - Editore: Agricoltura è vita scarl
via Bigari 5/2 - 40128 - Bologna - P.iva 01818021204

WhatsApp chat